Barcolana 51,la più rande regata del mondo, pronta al via a Trieste il 13 ottobre

Una edizione ricca ma travagliata, la cinquantunesima Barcolana di Trieste.

A caccia di nuovi primati, la più grande regata del mondo, oltre ad avere qualche preoccupazione per una possibile calma di vento Domenica 13 Ottobre, ha dovuto fare i conti con la morte dei due poliziotti avvenuta pochi giorni fa nella Questura cittadina, che ha messo la città in lutto, con manifestazioni spontanee di cordoglio, come chiusure di negozi e riduzioni di manifestazioni musicali nei locali. Concerti e fuochi di artificio previsti nelle serate clou sono stati cancellati, in attesa delle esequie che si svolgeranno Mercoledì prossimo.

Comunque la complessa macchina organizzativa sportriva non si è fermata, la città è piena di regatanti e turisti, i ristoranti sono pieni di membri dei team e di addetti ai lavori. Le iscrizioni giungono copiose come sempre.

La nave scuola Amerigo Vespucci ha attraccato per la diciannovesima volta nel porto giuliano in occasione di una “Barcolana.

E’ andato avanti anche il programma di regate collaterali.

Tra queste la prima edizione del Mixed Offshore European Championship, il campionato europeo che mette in acqua sette equipaggi misti che affrontano, per la prima volta, la nuova specialità olimpica che verrà sperimentata a Parigi 2024, una regata d’altura su uno scafo a chiglia di 30 piedi, in equipaggio ridotto composto da un uomo e una donna.
In mare anche le Star, nella ormai tradizionale regata dedicata alla Andrew Simpson Foundation, la Fine Art Sails. Una serie di famosi artisti, delle vele da Star diventate uniche per essere state dipinte, i grandi campioni di questa leggendaria classe, il charity. Una manifestazione nel segno della vela e dell’arte.
Il Golfo ha ospitato anche la prima giornata della regata per monotipi, la Barcolana One Design, e la sfida tra i diversi equipaggi affiliati alle sezioni italiane della Lega Navale, la Barcolana Regata Armatori LNI.

Ma il più grande successo lo ha riscosso la nuova iniziativa “e-sailing” la competizione virtuale che si svolgerà in contemporanea in tutto il mondo. Ieri, con l’apertura in piazza dell’Unità della e-sailing Academy, il numero di partecipanti alle qualificazioni per la grande finale della e-Barcolana di sabato ha superato i 150mila. Ci si può ancora qualificare, in tempo per le finali di domenica.

Quanto alla tv, Rai Sport trasmetterà – dallo studio allestito in loco – la regata conclusiva domenica prossima (13 ottobre).  Giulio Guazzini, insieme ai colleghi della Tgr, condurrà la diretta della gara in onda su Rai Sport +HD e in simulcast su Rai3. La diretta sarà disponibile anche su Rai Play e sarà ritrasmessa in tutto il mondo da Rai Italia.

Quest’anno si aggiungerà un nuovo premio per i partecipanti, il Trofeo per l’ultimo arrivato, che verrà consegnato con tutti gli onori all’ultimo arrivato al traguardo della Barcolana.
“E’ un trofeo nella tradizione e nel pieno spirito della Barcolana – ha dichiarato il presidente della Società Velica di Barcola e Grignano cge organizz la manifestazione, Mitja Gialuz – nato per sottolineare l’impegno di chi partecipa alla regata con lo spirito originario, con la volontà di esserci, di divertirsi senza lasciare a casa l’agonismo puro, quello di partecipare e tagliare il traguardo entro il tempo limite. In Barcolana vincono tutti tranne l’ultimo; ma in realtà anche l’ultimo batte il tempo massimo. Spesso guardiamo con grande focalizzazione alla lotta per la testa della classifica, ma la Barcolana ha un contenuto più ampio: adesso chiediamo al popolo della Barcolana di indicarci un nome adeguato per questo trofeo. Si tratta di un simbolo, che si somma ai premi che diamo ai primi tre di ogni categoria, regata e crociera. E’ la sintesi dell’omaggio alla partecipazione e non alla spasmodica lotta alla vittoria, è l’omaggio a tutte le persone che investono energie, tempo ed entusiasmo per partecipare alla Barcolana: senza di loro, la vittoria dei primi sarebbe solo la vittoria di una regata come tante, e auspico che gli skipper delle barche che concorrono per il primo posto assoluto siano assieme a noi in questo progetto, solidali a dare valore alla partecipazione”.

Nulla è stato trascurato per ottenere un nuovo successo, nonostante tutto.

Paolo Mangano

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *