Torneo di Carnevale nei Caroli Hotels del Salento

Dal 8 al 13 febbraio 2018 un importante Trofeo calcistico internazionale, sponsorizzato da Caroli Hotels, under 14.  è giunto alla sua XV edizione.

L’evento organizzato da Caroli Hotels in  collaborazione con la Provincia di Lecce , con l’Unicef e con il coinvolgimento di molti Comuni, tra i quali Castrignano del Capo e Gallipoli, si inserisce in un più ampio progetto finalizzato alla promozione del territorio per un’interscambio culturale, tra le delegazioni presenti, per  favorire una ricaduta turistica sulle  le comunità locali soprattutto durante la bassa stagione .

Proprio per far conoscere iniziative come questa , è  stato invitato nel Salento un gruppo di Giornalisti, Editori, Opinion leader e Blogger, che oltre ad assistere alle competizioni sportive hanno avuto la possibilità di visitare e conoscere le realtà culturali artistiche, paesaggistiche  ed enogastronomiche  del Salento, la  terra  “tra i due mari.”

Quest’ultima iniziativa è stata organizzata dal Comune di Castrignano del Capo con la collaborazione del Gab Lupiae del CTS di Lecce e finanziato dalla regione Puglia nell’ambito del P.O.R. Puglia FESR-FSE 2014/2020 – ASSE VI – “Tutela dell’ambiente e promozione delle risorse naturali e culturali”, AZIONE 6.8 – “Interventi per il riposizionamento competitivo delle destinazioni turistiche” – Avviso pubblico per l’organizzazione di iniziative di ospitalità di giornalisti e opinion leader promosse dai Comuni o Unioni di comuni della Regione Puglia e finalizzate alla conoscenza del territorio e dei suoi attrattori materiali ed immateriali – Annualità 2018″

Tra le più  interessanti località visitate ricordo:

Castrignano del Capo

E’ il Comune sotto il quale ricade la più famosa frazione di Santa Maria di Leuca, conosciuta in tutto il mondo per essere una importante località turistica balneare e meta di pellegrinaggio per i fedeli del Santuario della Madonna de Finibus Terrae.

Castrignano del Capo si trova a circa 65 km. a sud est dal capoluogo Lecce. Dall’ottobre 2006, parte del suo territorio rientra nel Parco Costa Otranto – Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase istituito dalla Regione Puglia allo scopo di salvaguardare la costa orientale del Salento, ricca di pregiati beni architettonici e di importanti specie animali e vegetali.

In questo contesto è possibile percorrere i numerosi sentieri del Parco per conoscere da vicino quest’area protetta e di eccezionale bellezza.

Il suo nome, sembra derivare dal latino “Castrum” cioè fortezza, ed è stato in seguito modificato in Castrignano, con l’aggiunta “del Capo”, al fine di distinguerlo dall’altra località Salentina, Castrignano dei Greci. Il suo centro storico è caratteristico per le sue viuzze, cortili e piazzette che nascondono numerosi frantoi ipogei.

Il monumento più importante che merita una visita  visitato è la Chiesa Madre dedicata a San Michele Arcangelo del 1743. Il portone centrale è riccamente lavorato con bassorilievi e una statua in pietra di San Michele adagiata al centro di una cornice che poggia su due colonne laterali.

Altro importante sito da visitare nei dintorni si trova in località Patù, è l’antico monumento detto delle “centopietre” così chiamato perché costruito con una serie di grandi monoliti rettangolari, costituito appunto da100 pezzi, di pietra calcarea proveniente dall’antica civiltà messapica.

E’ databile intorno al nono secolo e la sua destinazione, secondo la tradizione popolare,  fu quella di mausoleo per il generale Germiniano, che abitava a Vereto, attualmente e’ considerato monumento nazionale.

Di fronte al mausoleo si trova la chiesa di San Giovanni Battista eretta nel XII secolo ha tre navate delimitate da pilastri. Per la sua costruzione furono utilizzati blocchi di pietra trasportati dal vicino centro messapico di Vereto.

Il Santuario di Leuca Piccola
A Barbarano del capo e precisamente nella frazione di Morciano, si trova il Santuario del Belvedere o Leuca Piccola. Si tratta dell’esatta riproduzione della Basilica di Leuca, tappa dei pellegrini, sulla via Francigena e diretti al santuario di Santa Maria di Leuca.

La struttura eretta tra il XVII ed il XVIII secolo con la funzione di luogo di sosta e di ristoro, è costituita da un imponente porticato in stile neoclassico a tre arcate, posto antistante ad un preesistente edificio di culto. Al suo interno, dove spicca agli occhi una raffigurazione pittorica settecentesca di pregevole fattura. Dall’interno si può accedere alla sacrestia, oltre ad una piccola “pila” contenente l’acqua per le abluzioni sacre, vi sono due confessionali ricavati nella roccia. Il complesso inoltre consta nel suo sottosuolo, di un ampio ipogeo con cuccette per i pellegrini e tre profondi pozzi che garantivano acqua potabile per i viandanti.

Specchia
Nel Salento molti sono i luoghi che meritano una visita, e la piccola cittadina di Specchia è senza dubbio uno di questi, per l’atmosfera che si respira, per ammirare il suo centro storico costituito da eleganti palazzi nobiliari, inseriti in un contesto architettonico armonioso.

Specchia considerata dal TCI uno dei Borghi più belli d’Italia si trova al centro della penisola più meridionale salentina ad equidistanza dal mar Jonico ed il mar Adriatico, luogo ideale per un turismo lento e di qualità.

Il monumento più importante è il Castello Protonobilissimo Risolo, una struttura imponente che domina il cuore di Specchia e si affaccia sulla piazza del Popolo la principale del borgo.

Attualmente l’edificio, sottoposto ad un restauro che ne ha conservato le caratteristiche di palazzo fortificato, è sede di mostre ed eventi espositivi, convegni e celebrazioni di matrimoni civili.

Poco fuori dalle mura cittadine si trova il complesso monumentale del Convento dei Francescani Neri edificato nel 1531, fu in parte rinnovato nel ‘700. Del 1532 è invece l’annessa Cappella si Santa Maria Martire splendidamente affrescata con scene di vita della santa e del suo martirio. Dal coro è possibile accedere alla cripta scavata nella roccia e sorretta da 36 colonne.


Dopo essere stato abbandonato dai francescani, il convento venne adibito sul finire dell’800 ad educando femminile, gestito dalle Figlie della Carità, per essere poi reimpiegato come orfanotrofio per buona parte della seconda metà del XX secolo. Abbandonato intorno agli anni 80, l’edificio è stato ristrutturato per poter essere riutilizzato per altri scopi e manifestazioni, ma che ad oggi non viene doverosamente impiegato.

Altro interessante monumento è il Frantoio ipogeo Scupola che si trova poco distante dalla piazza del Popolo, interamente scavato nel tufo, è composto da due ambienti il primo realizzato nel XV secolo ed il secondo nel XVII secolo, dove si possono ancora vedere le grandi ruote di pietra usate per  la spremitura delle olive, le vasche di decantazione e stoccaggio dove veniva conservato l’olio lampante, esportato in tutta l’Europa del Nord  e utilizzato per l’illuminazione pubblica e delle case .

Durante il regno di Napoli e fino all’inizio del Novecento  il Salento ebbe il primato nella produzione dell’olio, per cui possiamo incontrare frantoi ipogei , ora abbandonati, ma visitabili come esempi di architettuta  pre- industriale, e fonte di ricchezza per la popolazione.

Dove dormire e mangiare, hotel e ristoranti consigliati
Hotel Terminal
Lungomare Colombo, 59
73040 Santa Maria di Leuca LE
Tel: +39 0833 758242
Mail: terminal@carolihotels.it

Villa La Meridiana
Dimora storica – Bed & Breakfast
Lungomare C. Colombo, 61, 73040 Santa Maria di Leuca LE
Tel – 0833 758242

Dove mangiare
Locanda – Bistrot
RETRO’
Via Xi Febbraio, 2
73040 Castrignano del Capo LE
Tel. 0833 751029
www.salentoretro.com

Braceria
PETRACCA
Via Vittorio Veneto
73040 Castrignano del Capo LE
Tel. 0833 530596 – 328 7119485

Ristorante
NOVIERA
Strada Provinciale per Miggiano 73040
Specchia LE
tel. 0833 535272 – 339 8766410
www.salentohotels.it – info@salentohotels.it

Agritoria – wine bar
FULANA
Piazza San Giuliano, 1
Giuliano di Lecce LE
Tel 331 4235469
www.fulanatrattoria.it

Pasticceria Gelateria Rosticceria
TOCCO DI BONTA’
Via Vittorio Veneto, 20
73040 Castrignano del Capo LE
Tel. 345 5979273

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *