Il programma ricco e variegato delle vacanze al Ciocco Tenuta e Parco

Giugno 2018 – Chi approfitterà dell’estate per trascorrere un weekend o un periodo di vacanza più lungo nella Valle del Serchio, in Toscana, non correrà sicuramente il rischio di annoiarsi.

Il Ciocco Tenuta e Parco, infatti, ha preparato un ricco e variegato programma di attività in grado di coinvolgere e intrattenere qualsiasi tipologia di visitatore. Si va dai laboratori di cucina naturale alle escursioni botaniche, dai safari fotografici alle passeggiate in e-bike e alle visite storico/culturali spaziando così dallo sport alla natura, dalla cultura alla gastronomia. Ogni giorno della settimana nei 600 ettari del parco, che comprende proposte ricettive, ricreative e ristorative di vario tipo, è prevista un’attività diversa. Un calendario che cambia e si trasforma in base alla stagione e offre l’opportunità di vivere il soggiorno al Ciocco in maniera attiva e divertente, immergendosi nella sua natura rigogliosa e brillante.

Ecco gli appuntamenti (che partono tutti dalla Tenuta) dell’estate, dal 21 giugno al 20 settembre:

– Il lunedi è dedicato a “I sentieri del solstizio d’estate”, escursione botanico/naturalistica.
Un percorso guidato per scoprire piante, erbe e fiori e conoscere i loro effetti benefici e depurativi.
“Le piante, nella tradizione locale chiamate erbi, oltre ad avere un buon gusto, ci aiutano ad affrontare meglio il cambio di stagione e nel facile percorso ad anello della tenuta se ne può osservare una ricca varietà”, spiega Stefano Pucci, guida ambientale escursionistica del Parco Regionale delle Alpi Apuane.
La passeggiata è un’immersione sensoriale nella natura per goderne degli effetti positivi.
In estate, e durante il periodo del solstizio, vengono raccolti preziosi fiori dalla corolla gialla chiamati di San Giovanni utilizzati da sempre nella tradizione e in farmacologia per curare la depressione.
Le essenze aromatiche selvatiche e tradizionali raccolte nel periodo estivo sono più ricche di oli essenziali e usate da sempre per conservare i cibi, renderli appetitosi e per profumare la biancheria e le pagine dei libri.

– Il martedi c’è ”Andiamo! È tempo di fotografare”, escursione naturalistica con safari fotografico.
Con l’aiuto di una guida si attraversa il bosco osservando e fotografando le variopinte fioriture estive e il verde paesaggio, il volo planato dei rapaci e l’orma del capriolo.

– Il mercoledi è in programma ”Estate, che sete!”, laboratorio/corso di cucina.
Una lezione con lo chef Stefania Daniele, esperta di bevande vegetali, nutrienti e rinfrescanti che si svolge all’interno della Locanda Alla Posta. Vengono date idee per realizzare frullati e acque aromatizzate gustose e dissetanti. Per ritrovare la giusta carica nei giorni più caldi e integrare l’apporto di sali minerali nell’organismo.

– Il giovedi è tempo di “E-Ciocco… Avventure in MTB”, escursione e-bike.
Un modo veloce ed ecologico di esplorare il territorio in sella ad una bicicletta con pedalata assistita.
Seduti su questa due ruote silenziosa, si vive un’avventura guidata nella Tenuta del Ciocco e dintorni, attraverso saliscendi alberati e paesaggi mozzafiato.

– Il venerdi è dedicato a “Io vite, tu vita”, escursione naturalistica/antropologica.
Un trekking guidato tra i vigneti della Valle, un percorso a ritroso attraverso antichi terrazzamenti, per conoscere la vite nella sua storia e nella sua lavorazione ed infine il suo prodotto, il nettare di Bacco.

– Il sabato si vive “Il trionfo dei sensi: la stagione dei frutti”, escursione naturalistica/gastronomica. Un percorso alla scoperta della tradizione gastronomica della Valle attraverso le piante della Tenuta.
La guida illustra gli usi culinari di erbe e fiori, di frutti gustosi ed essenze aromatiche, vera ricchezza della stagione, che vengono poi degustate. Come le confetture di frutti del sottobosco abbinate ai tipici pecorini della Garfagnana alla salvia e finocchio selvatico.

– La domenica c’è “Il ciocco che fece ardere di passione il poeta”, visita guidata storico/culturale. Affascinante sentiero nel tempo, che inizia con una personale visita guidata alla casa (oggi museo) e al borgo del poeta Giovanni Pascoli. Si respira l’atmosfera che lo ha ispirato nella composizione delle sue opere più celebri.
La seconda parte del tour prosegue all’interno della Tenuta del Ciocco, alla Locanda Alla Posta, sorseggiando un calice di vino, per ricreare quello spirito di convivialità tanto amato dal poeta e condividere altre storie sulla Valle, da lui definita “Del Bello e del Buono”.

E chi vuole soggiornare al Ciocco Tenuta e Parco, tra luglio e agosto, può scegliere uno degli speciali pacchetti proposti dalla struttura nei due mesi estivi:

 “Emozioni da condividere” (valido solo per il mese di luglio)
Per una vacanza all’insegna della natura e dello sport o semplicemente per rilassarsi in totale libertà insieme agli amici, questo pacchetto prevede 3 notti di soggiorno (da venerdì a lunedì o da sabato a martedì) in confortevoli camere doppie o matrimoniali immerse nel verde con vista Valle al Campus Hotel.
Il trattamento è di mezza pensione con prima colazione continentale e pranzo o cena alla Locanda Alla Posta.
Prezzo da 200 Euro a persona con sconti e tariffe promozionali per gruppi di minimo 6 persone che viaggiano insieme. Info e dettagli al link http://ciocco.it/it-it/sorprese-di-primavera/pacchetto-emozioni-da-condividere

 “Gusto ad alta quota” (valido tutti i weekend del mese di agosto)
Il mese di agosto al Ciocco è dedicato al piacere di condividere gustosi momenti all’aria aperta.
Questo pacchetto prevede il soggiorno di una notte (sabato) in caratteristici e confortevoli chalet in legno sino a 4 posti letto (composti da due camere, una cucina attrezzata/soggiorno e un bagno e dotati di biancheria da letto e da bagno), trattamento B&B e una serata barbecue con disponibilità di burger vegani sotto le stelle della montagna del Ciocco. Prezzo a partire da 220 Euro a chalet.
Inoltre, è sempre possibile esplorare con la famiglia, il partner o gli amici, la Living Mountain del Ciocco e fermarsi per un picnic ad alta quota al livello Summit approfittando dell’area barbecue, aperta su prenotazione ogni weekend di agosto. Info e dettagli al link http://ciocco.it/it-it/sorprese-di-primavera/pacchetto-gusto-ad-alta-quota

Il Ciocco Tenuta e Parco (www.ciocco.it) nasce nel 1961 con l’obiettivo di far rivivere la montagna e le sue tradizioni, la natura con i suoi animali, lo sport e il relax, lontano dal “logorio della vita moderna”.
Nel 1967 diventa il primo polo turistico alberghiero d’Italia immerso in 600 ettari di parco naturale (che va dai 280 ai 1.100 metri di altitudine) con servizi e formule che rivoluzionano il mercato delle vacanze offrendo svago, sport e benessere in un’unica soluzione. Deve il suo nome ad uno dei poeti più amati d’Italia, Giovanni Pascoli, che si innamorò di Castelvecchio, della Valle del Serchio, che fu definita dal poeta “La Valle del Bello e del Buono”, e dei suoi abitanti così laboriosi. Tra le opere che Pascoli compose durante la sua permanenza in quei luoghi c’è una raccolta di poesie conosciuta come “I Canti di Castelvecchio”. Tra queste una si intitola proprio “Il Ciocco” e racconta di un gruppo di contadini seduti attorno al focolare a parlare della vita mentre guardano il fuoco consumare lentamente il ciocco, il ceppo da ardere. Simbolo di calore e ospitalità che incoraggia conversazioni appassionate sulla vita. La Tenuta si estende tra Barga e Fosciandora, al confine tra media e alta Valle del Serchio, un’area della provincia di Lucca che va dalla piana di Lucca alla Garfagnana, lungo il bacino del fiume Serchio. La montagna del Ciocco viene definita The Living Mountain perché è un luogo sempre “attivo” per vocazione che recupera e tramanda le tradizioni che durano da secoli. Attraversandola non si trova punto in cui la mano sapiente dell’uomo non abbia lasciato traccia, dai castagneti piantati per utilizzarne legno e frutti ai terrazzamenti coltivati a vite e ulivo. Lungo i sentieri si trovano alpeggi di alta quota, metati (piccole costruzioni adibite all’essiccazione delle castagne), la vecchia scuola elementare e borghi di altri tempi. Tutto testimonia l’amore e la voglia di preservare la propria terra per viverla e farla continuare a vivere. Il Ciocco è un unicum di esperienze diverse, un punto di partenza ma anche di arrivo in un territorio ricco di eccellenze artistiche, culturali e gastronomiche. Si propone come una “destinazione turistica”, un luogo speciale che offre la possibilità di vivere un soggiorno breve o prolungato, in hotel o nel comfort degli chalet di montagna, praticando sport all’aria aperta o rilassandosi nella SPA, sempre a contatto con la natura. Il Ciocco si naviga anche attraverso “Il Ciocco App”, applicazione che può essere scaricata gratuitamente dagli utenti Android e iOS (ciocco.it/ilcioccoapp/) e rappresenta un viaggio affascinante e intuitivo attraverso immagini e informazioni strutturate per un cliente moderno che desidera visitare la Tenuta e il territorio in maniera rapida e dinamica. A febbraio 2018 Il Ciocco ha vinto il Green Travel Award, il premio indetto dal GIST (Gruppo Italiano Stampa Turistica) per valorizzare le eccellenze del turismo sostenibile e responsabile, nella categoria ”Green Accomodation Italia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *